post

Napoli-Reina: domani è il giorno del dentro o fuori, sarà rinnovo o addio?

E’ finalmente arrivato il momento del faccia a faccia tra Aurelio De Laurentis e Manuel Garcia Quilon procuratore di Pepe Reina. Il presidente del Napoli dovrebbe rientrare in Italia in queste ore dopo il suo viaggio a Los Angeles. Uno dei primi appuntamenti italiani del presidente sarà proprio con il procuratore del portiere spagnolo per decidere se proseguire insieme oppure separarsi. Le richieste di Reina sono chiare: il portiere vuole un prolungamento del contratto fino al 2019. Il contratto attuale dello spagnolo scade nel 2018 e il 35enne non intende andare a scadenza. Qualora De Laurentis dovesse decidere di non proporre nessun rinnovo il portiere comunicherà tramite il suo agente Quilon la volontà di trasferirsi altrove.

Sarri non vorrebbe privarsi di Reina

L’allenatore del Napoli Maurizio Sarri ha già fatto sapere che vorrebbe avere Reina tra i pali anche nella prossima stagione. Secondo l’allenatore, infatti, lo spagnolo è una pedina fondamentale all’interno dello spogliatoio. Il suo carisma e la sua esperienza sono un riferimento per tutti i suoi compagni di squadra e per questo Sarri teme che la partenza dello spagnolo possa in qualche modo rovinare gli equilibri che si sono creati. In questi giorni i dirigenti partenopei sembrano aver trovato un principio di accordo per il rinnovo e per questo filtra un cauto ottimismo. L’ultima parola però spetterà al presidente De Laurentis e per questo nella giornata di domani è probabile che arriveranno delle notizie certe in un senso o nell’altro.

Se Reina dirà addio si punta forte su Neto

Al momento tutti sperano che Reina possa raggiungere un accordo con il presidente e rinnovare il contratto. Qualora ciò non dovesse accadere, però, i dirigenti partenopei hanno già le idee chiare sul da farsi. Il Napoli in caso di addio di Reina punterebbe con decisione su Neto. Il portiere brasiliano lascerà sicuramente la Juventus e ha già fatto sapere che gradirebbe la destinazione Napoli. I dirigenti del Napoli apprezzano da tempo le qualità di Neto e sono convinti che al San Paolo potrebbe rilanciarsi dopo gli anni in panchina da secondo di Buffon alla Juventus.

post

Rinnovo Donnarumma: Enzo Raiola vola in Polonia, novità in arrivo

La telenovela legata al rinnovo Donnarumma potrebbe presto arricchirsi di un nuovo capitolo. Proprio in queste ore, infatti, Enzo Raiola cugino di Mino è volato in Polonia. Il cugino del procuratore assisterà dal vivo a quella che potrebbe essere l’ultima partita degli azzurrini all’europeo under 21. Dopo la partita Raiola avrà un confronto diretto con Gigio Donnarumma per capire se è cambiata qualcosa rispetto a una settimana fa. Enzo Raiola è molto amico di Donnarumma e tra i due si è instaurato un grande legame. Enzo Raiola dovrà capire se Donnarumma ha cambiato idea in merito al suo rinnovo con il Milan. Il cugino del procuratore vorrà capire anche qual’è la posizione della famiglia del calciatore che negli ultimi giorni è stata protagonista di diversi colloqui con la dirigenza rossonera.

Rinnovo Donnarumma: il tentativo di Montella potrebbe sortire presto gli effetti sperati.

Nel colloquio con il suo amico Enzo, Donnarumma potrebbe comunicargli l’intenzione di tornare sui suoi passi e rinnovare con il Milan. Intorno al ragazzo infatti si fanno sempre più insistenti le voci che lo vogliono convinto a restare in maglia rossonera. Adesso questa sua volontà potrebbe essere anche la stessa della sua famiglia. Qualche giorno fa infatti Montella è andato in prima persona a casa dei genitori del portiere azzurro e sembra che abbia trovato gli argomenti giusti per spiegare alla famiglia di Gigio che restare al Milan è la scelta migliore per il ragazzo. Questa sera potrebbe essere decisiva non solo per il futuro dell’Italia under 21 agli europei di categoria, ma anche per il futuro di Gianluigi Donnarumma.

Rinnovo Donnarumma: Fassone pronto a riaprire le trattative

Che qualcosa di importante stava per accadere lo si era capito già dall’atteggiamento di Fassone. L’amministratore delegato dei rossoneri aveva mostrato un certo ottimismo negli ultimi giorni e il Milan aveva interrotto ogni trattativa con altri portieri. Adesso, se davvero Donnarumma dovesse comunicare a Enzo Raiola di voler rinnovare, comincerà concretamente un nuovo dialogo tra dirigenza milan e entourage del giocatore per il rinnovo del contratto. Resta da capire in tutto questo la posizione di Mino Raiola e come il super procuratore prenderà questo paventato ripensamento da parte di Gigio. Quel che è certo, però, è che crescono di ora in ora le possibilità che la telenovela rinnovo Donnarumma possa presto concludersi con un inatteso lieto fine.

 

post

Mercato Inter: è fatta per Skriniar, sarà lui il primo rinforzo per Spalletti

Milan Skriniar sta per diventare ufficialmente un nuovo calciatore dell’Inter. Il difensore slovacco sarà il primo rinforzo del mercato estivo dei nerazzurri. Sarà dunque Skriniar uno dei due difensori che aveva richiesto Luciano Spalletti per ridare solidità al reparto arretrato dell’Inter. L’accordo tra Inter e sampdoria è ormai totale e si attende solo l’arrivo di Sabatini in Italia per formalizzare il tutto. Con questo acquisto inizia a muoversi il mercato inter in entrata.

Ieri sera la cena decisiva tra Ausilio e Romei

L’accordo tra le due società è stato raggiunto ieri sera. In un noto ristorante di Milano si sono infatti ritrovati Piero Ausilio e l’avvocato Romei. I due club hanno dato una valutazione complessiva di 25 milioni di euro per quanto riguarda il cartellino di Skriniar. L’inter però non pagherà tutti e 25 i milioni in quanto ha inserito una contropartita tecnica nell’affare. Alla sampdoria andranno 12 milioni più il cartellino di Caprari che è stato valutato 13 milioni. L’attaccante classe 1993, ex pescara, lascia quini i nerazzurri senza aver disputato neanche una partita con la maglia dell’Inter. La sampdoria con l’arrivo di Caprari colma il vuoto lasciato in attacco dalla partenza di Patrik Schick che è passato alla Juventus.

Mercato Inter: adesso è la volta di Borja Valero

Sbloccato finalmente il mercato in entrata adesso l’Inter non ha nessuna intenzione di fermarsi. Il prossimo colpo in entrata dovrebbe essere il centrocampista della Fiorentina Borja Valero. Il centrocampista viola ha già trovato l’accordo con l’inter sulla base di un triennale a 3 milioni di euro netti a stagione. Anche le due società sono vicine a raggiungere un accordo per una cifra che oscilla tra i 6 e gli 8 milioni. Una volta trovato l’accordo, la dirigenza viola chiederà al centrocampista spagnolo di esporsi pubblicamente e manifestare la sua volontà di andare altrove. In questo modo i Della Valle sperano di placare i malumori della piazza dovuti ai tanti giocatori in uscita da Firenze.

post

Clamoroso dall’Argentina: la stella del river positiva ai test antidoping

Notizia clamorosa che arriva direttamente dall’argentina. Da quanto si apprende, 4 giocatori del River Plate sarebbero stati trovati positivi ai test antidoping.  Il presunto caso doping sarebbe avvenuto in occasione del match di copa libertadores tra Independiente Medellin e River Plate. Dopo la partita infatti due calciatori del river sono risultati positivi ai test antidoping. I due calciatori in questione sono  Camilo Mayada e Sebastian Driussi. E proprio la positività di quest’ultimo ha dato grande risalto alla notizia, facendola rimbalzare in breve tempo in tutto il mondo. Driussi infatti è la stella della squadra argentina ed è seguito da molti top club europei. Anche Inter e Roma si erano interessate all’argentino nell’ultimo periodo.

I test antidoping hanno evidenziato la positività ad un diuretico vietato

Driussi e il compagno Mayada sono risultati positivi a un diuretico vietato dall’Agenzia Mondiale Antidoping (WADA). Questa stessa sostanza era stata fatale anche per due loro compagni che erano stati trovati positivi pochi giorni fa in occasione della partita contro l’Emelec. La notizia ovviamente ha scosso tutto il calcio argentino visto che potrebbe addirittura trattarsi di doping di squadra. Ovviamente per la certezza del caso doping bisognerà attendere l’esito delle controanalisi, ma intanto la notizia si è già diffusa in tutto il mondo. Una brutta gatta da pelare per il River che dopo aver perso il campionato contro i rivali del Boca, adesso deve anche difendersi da questo scandalo.

Sebastian Driussi giovane astro nascente del calcio argentino adesso vede a rischio la sua carriera

Se i risultati del test antidoping dovessero essere confermati anche dalle controanalisi Driussi e compagni rischiano grosso. La federazione argentina, infatti, in questi casi prevede una squalifica che va da 2 mesi fino a 2 anni. Questa sicuramente è una doccia fredda per la stella del calcio argentino Sebastian Driussi. Il giovanissimo attaccante classe 1996 sembrava pronto per trasferirsi in Europa ma adesso la sua carriera rischia un brusco stop improvviso. Sulle tracce dell’argentino c’erano diversi top club europei e anche in italia c’era chi lo seguiva da vicino. Driussi aveva un grande estimatore in Walter Sabatini e secondo alcuni rumors il nuovo responsabile dell’area tecnica Suning stava provando a portarlo a Milano.

post

Roma: la cessione di Manolas adesso diventa un caso

Grande fibrillazione quest’oggi intorno alla Roma. La giornata è stata piuttosto frenetica per il nuovo direttore giallorosso Monchi e Baldissoni. I due infatti proprio oggi erano volati in Germania per trattare in prima persona la cessione di Manolas allo Zenit di San Pietroburgo. Le trattative per la cessione del difensore greco sembravano molto ben avviate e il viaggio dei due dirigenti della Roma in Germania era la testimonianza che la trattativa si avviava verso la conclusione. Manolas ha trovato già da tempo l’accordo con il club russo sulla base di un contratto pluriennale da 4/4,5 milioni di euro a stagione. La Roma invece sa che serve un’altra cessione eccellente, dopo quella di Salah, per sistemare i conti con il fair play finanziario.

Prima l’annuncio della cessione di Manolas, poi arriva il ripensamento.

Nel primo pomeriggio di oggi si era diffusa la voce della cessione di Manolas allo Zenit per circa 30 milioni di euro. Questa notizia ha scatenato l’immediata reazione dei tifosi giallorossi. I sostenitori della Roma hanno manifestato tutto il loro disappunto perchè stanno vedendo venire meno i protagonisti della conquista del secondo posto nell’ultimo campionato. In effetti a Trigoria hanno già dovuto salutare Luciano Spalletti e Momo Salah, e la notizia di quest’altro addio aveva seminato il panico tra i tifosi. Adesso, però, la cessione di Manolas non è più cosi certà. Sembra infatti che il ds Monchi giudica troppo bassa l’offerta di 30 milioni proveniente dalla Russia. Monchi vuole cedere il greco per non meno di 40 milioni e quindi al momento ha interrotto le trattative in attesa di un rilancio dello Zenit.

Dopo le partenze i tifosi invocano rinforzi.

Il rallentamento che si è avuto in serata, comunque, non dovrebbe far saltare la trattativa. Manolas infatti è già entrato nell’ordine di idee di trasferirsi in Russia. La Roma, dal canto suo, sa che con questa cessione si garantirebbe una notevole plusvalenza. Quel che è certo è che dopo queste cessioni eccellenti Monchi dovrà trovare sul mercato dei validi sostituti. L’ex ds del Siviglia per il momento gode della piena fiducia di tutti i tifosi e nella sua storia ha dimostrato di saper allestire delle rose molto competitive. Al momento in entrata però ha chiuso solo l’acquisto del difensore messicano Hector Moreno. Il prossimo colpo in entrata potrebbe essere il terzino olandese Karsdorp visto che la trattativa è ben avviata. Tutti i tifosi però si aspettano l’acquisto di un top player per dimenticare in fretta la cessione di Manolas e di Salah.

post

Juventus: sarà rivoluzione sulla fasce, in uscita Dani Alves e Alex Sandro

La Juventus sta preparando un’autentica rivoluzione sugli esterni. Uno dei punti di forza dei bianconeri nelle ultime stagioni potrebbe, infatti, completamente cambiare interpreti. Dani Alves, grande protagonista soprattutto nell’ultima champions, è praticamente un ex. Alex Sandro con le ottime prestazioni di quest’anno ha attirato su di se le attenzioni di mezza premier. Chelsea e Manchester city, in particolare, sembrano disposte a fare follie per lui. Si parla addirittura di offerte superiori ai 40 milioni di euro per strapparlo alla Juve. Lo stesso Cuadrado che è stato riscattato dai bianconeri al termine di questa stagione, non è sicuro di restare. Anche per lui ci sono infatti alcune offerte provenienti dalla premier. Infine c’è Lichtsteiner che ha visto il campo con il contagocce quest’anno e per questo potrebbe essere intenzionato a cercare nuovi stimoli altrove.

Dani Alves: addio alla juventus tra mille polemiche

Di tutti questi giocatori in partenza, quello più vicino all’addio è sicuramente Dani Alves. Il terzino brasiliano probabilmente si aspettava una proposta di rinnovo al termine di questa stagione e non appena ha capito che non sarebbe arrivata ha iniziato la sua personale guerra alla Juventus. Il brasiliano ha rilasciato una serie di dichiarazioni non certo positive per i bianconeri. Dani Alves, infatti, ha prima consigliato il suo compagno Dybala di cambiare maglia per migliorarsi. E ieri ha addirittura dichiarato che la dirigenza bianconera è mediocre e per questo non vincerà mai nulla a livello europeo. Chiaramente D. Alves sta forzando la mano perchè ha già un accordo con il Manchester City del suo ex tecnico al Barcellona Guardiola, ed è intenzionato a proseguire lì la sua carriera.

Juventus: in entrata si fanno i nomi di Darmian, Cancelo e De Sciglio

Se queste partenze alla fine dovessero concretizzarsi i dirigenti bianconeri non vogliono farsi trovare impreparati. Proprio in questo senso hanno già attivato i contatti con diversi esterni che potrebbero rimpiazzare presto i giocatori in uscita. I nomi più gettonati in questo momento sono quelli di Cancelo, De Sciglio e Darmian. Cancelo è un esterno portoghese attualmente in forza al Valencia. Sia in Portogallo che in Spagna impazzano le voci che lo vogliono vicino a trasferirsi alla Juventus. Il Valencia però per lui chiede non meno di 20-25 milioni. E non potrebbe essere altrimenti visto che nell’ultima stagione è stato un punto fermo collezionando 35 presenze condite da 1 gol e 4 assist. Più percorribili invece le piste che portano a Darmian e De Sciglio. Manchester United e Milan infatti non considerano incedibili i due azzurri e per questo i loro cartellini sono molto più economici rispetto a quello di Cancelo.

post

Roma: è fatta per il passaggio di Salah al Liverpool

Mohamed Salah sta per diventare un nuovo giocatore del Liverpool. La Roma ha infatti raggiunto in queste ore un accordo con il Liverpool per il passaggio dell’esterno egiziano al club inglese. La trattativa, che andava avanti già da due settimane, si è conclusa sulla base di 40 milioni di euro più bonus. La Roma si priva così di uno dei protagonisti del secondo posto raggiunto quest’anno. Allo stesso tempo però i giallorossi realizzano un’importante plusvalenza. Con questi 40 milioni di euro la Roma potrà infatti sistemare il bilancio e mettersi in linea con i parametri del fair play finanziario. Che Salah fosse destinato alla cessione lo si era capito già settimana scorsa quando il ds della Roma Monchi aveva indicato proprio l’egiziano come il più vicino al trasferimento.

Fissate per domani le visite mediche

A testimonianza che la trattativa è praticamente conclusa, il Liverpool ha già fissato le visite mediche. L’esterno della Roma è atteso a Liverpool già domani per sostenere i test fisici di rito. In rete intanto circolano già le prime foto della maglia numero 22 del Liverpool con il nome dell’egiziano. Per Salah si tratta di un ritorno in premier league visto che prima del passaggio in giallorosso aveva militato nel Chelsea nel 2014. A gennaio 2015 poi si trasferì alla Fiorentina e da qui nella capitale. Con la maglia della Roma l’egiziano ha fatto vedere cose egregie diventando presto un titolare inamovibile sia con Garcia che con Spalletti. L’allenatore di Certaldo, in particolare, con il suo gioco che predilige i movimenti degli esterni ha esaltato le doti di Salah.

La Roma perde un protagonista di primo piano, ora Monchi dovrà sostituirlo

Con la partenza di Salah la Roma si priva di un giocatore che ha messo a segno 35 gol in 81 presenze. Adesso il nuovo ds dei giallorossi Monchi dovrà trovare una valida alternativa sul mercato. Il reparto esterni ora può contare solo su Perotti ed El Shaarawy. Troppo pochi visto che nella prossima stagione i giallorossi saranno impegnati in campionato e in Champions League.

post

Mercato Inter: Lucas Moura vuole lasciare il psg, nerazzurri più vicini?

Il mercato dell’Inter ancora non ha fatto registrare nessun colpo in entrata ma tutti sanno che Sabatini e Ausilio stanno lavorando sotto traccia. La dirigenza nerazzurra fino a che non sistemerà i conti con il fair play finanziario non ufficializzerà nessun acquisto. Questo significa che fino al 30 giugno le trattative continueranno ad essere portate avanti sotto traccia per poi essere ufficializzate nei primi di luglio. I giocatori cercati sul mercato sono ormai noti: un difensore centrale, un terzino, un centrocampista centrale e un esterno d’attacco (due qualora dovesse partire Ivan Perisic). Proprio per quanto riguarda il ruolo dell’esterno oggi ci sono state delle novità con Lucas Moura che ha rilasciato delle dichiarazioni importanti.

Mercato Inter: si avvicina il colpo Lucas Moura

L’esterno brasiliano attualmente in forza al PSG Lucas Moura, quest’oggi ha rilasciato un intervista in cui parla del suo futuro. Nello specifico queste sono state le sue parole: “Se arrivasse una proposta seria la analizzeremo tutti insieme. Per il momento non è successo nulla. La cosa più importante è solamente dare il massimo e raccogliere i frutti del proprio lavoro. Un ritorno in Brasile? Dubito. Se dovessi lasciare Parigi lo farei solamente per andare in un altro club europeo. Se arriveranno vedremo cosa è meglio per me e per il club”. Lucas Moura ha dunque manifestato più di un dubbio sulla sua permanenza a Parigi. Dopo queste parole difficilmente resterà al Psg anche il prossimo anno. Di fatto il calciatore ha invitato i suoi estimatori a farsi avanti.

Spalletti vuole il brasiliano per rinforzare il reparto esterni

Lucas Moura piace molto a Luciano Spalletti che lo vedrebbe benissimo nella sua nuova Inter. Per questo il mister aveva suggerito il profilo del brasiliano a Sabatini e Ausilio come possibile rinforzo. Inter e Psg hanno già avuto diversi colloqui di mercato e in questi incontri i nerazzurri hanno chiesto informazioni proprio su Lucas. Adesso che l’esterno ha manifestato la sua volontà di guardarsi intorno c’è da scommettere che l’Inter tornerà alla carica. Verosimilmente se l’Inter dovesse accontentare le richieste del club parigino, che per Lucas chiede 40 milioni, l’esterno brasiliano sarà il primo rinforzo del mercato Inter.

post

Raiola racconta la sua verità: ecco la verità su Donnarumma

Mino Raiola ha rilasciato un intervista dal principato di Monaco in cui ha raccontato tutta la sua verità. Il super procuratore salito alla ribalta mediatica per mancato rinnovo di Donnarumma ha parlato senza peli sulla lingua. Raiola ha ovviamente difeso a spada tratta il suo assistito Gigio Donnarumma e ha sottolineato come se si è arrivati a questo punto la colpa non è solo del giovane portiere. Raiola ha parlato davanti a pochissimi giornalisti (solo 5 testate ammesse alla sua conferenza). Il procuratore ha accusato il Milan di aver creato inutilmente un caso mediatico. Ecco nel dettaglio alcune delle sue dichiarazioni

Raiola: “il Milan ha creato un ambiente ostile e violento”

Raiola ha raccontato di non aver digerito il comportamento sbagliato della dirigenza milanista che ha creato a suo dire un ambiente ostile intorno a Donnarumma. L’altra cosa che Raiola ha voluto ribadire è che il mancato rinnovo non è stata una questione economica e anzi il procuratore ha dichiarato che il lato economico non rappresentava assolutamente un problema. Il super procuratore ha negato anche la richiesta, da parte sua, di una clausola rescissoria da inserire nel nuovo contratto di Gigio Donnarumma.

Donnarumma contestato in Polonia

Intanto le polemiche sul suo mancato rinnovo hanno raggiunto Donnarumma anche in Polonia. Il portiere sta disputando gli europei under 21 con la nazionale italiana. In occasione dell’esordio azzurro contro la Danimarca il portiere è stato a lungo contestato. Inizialmente con una serie di striscioni, poi addirittura con il lancio di false banconote verso la sua porta. A un certo punto del match il direttore di gara è stato addirittura costretto a interrompere il gioco per pochi secondi. Questo ha permesso ad alcuni addetti ai lavori di raccogliere le false banconote e poi il gioco è ripreso normalmente. Questo gesto non deve aver fatto certo piacere ne a Donnarumma e ne al suo procuratore Mino Raiola.

post

Juventus: accordo vicino con Douglas Costa del Bayern

La Juventus sta per piazzare un grandissimo colpo sul mercato. Da quanto trapelato nelle ultime ore i bianconeri sarebbero infatti vicinissimi a Douglas Costa. L’esterno del Bayern Monaco è l’obiettivo numero 1 del mercato bianconero. Allegri ha richiesto alla società un nuovo esterno offensivo da affiancare a Mandzukic e all’infortunato Marco Pjaca, e adesso sta per essere accontentato. Dopo i timidi abboccamenti delle scorse settimane adesso la Juventus è andata forte sul giocatore e la trattativa potrebbe concludersi nel giro di pochi giorni.

Accordo con il giocatore raggiunto, si tratta con il Bayern Monaco

Douglas Costa è un esterno brasiliano di 26 anni e milita nel Bayern Monaco. L’esterno d’attacco nell’ultima stagione è stato poco utilizzato da Carlo Ancelotti. Il tecnico italiano, infatti, spesso gli ha preferito Robben e Ribery. Il brasiliano non ha gradito le tante panchine e quindi non disdegnerebbe un trasferimento altrove. Il talento di Douglas Costa non è in discussione e per questo per la Juventus sarebbe un grandissimo rinforzo. La società bianconera ha già trovato un accordo con l’entourage del giocatore sulla base di un contratto quadriennale da 6 milioni di euro a stagione. Adesso resta da convincere il Bayern che per l’esterno chiede circa 50 milioni di euro. Per ora la Juventus non sembra disposta a mettere sul piatto più di 40 milioni ma i margini per trovare un accordo a metà strada ci sono tutti.

Se arriva Douglas Costa Cuadrado potrebbe lasciare la Juventus

Per un esterno che arriva un altro potrebbe lasciare la Juventus. Cuadrado infatti dopo essere stato riscattato dai bianconeri sta ricevendo diverse offerte soprattutto dalla premier. L’esterno colombiano ha diversi estimatori e la Juventus non lo reputa incedibile. Di sicuro per strapparlo ai bianconeri serviranno almeno 35 milioni di euro. I dirigenti bianconeri poi potrebbero investire questi soldi per un altro colpo in mediana. L’obiettivo è N’zonzi del Siviglia.