post

Milan: il raduno parte con una novità, Montella intanto fissa gli obiettivi

La nuova stagione del Milan è ufficialmente iniziata. Ieri si erano visti i primi volti noti dalle parti di Milanello. Quest’oggi c’è stato il raduno effettivo con l’arrivo di tanti volti noti pronti a iniziare la nuova stagione. Al raduno di oggi erano presenti quasi tutti i giocatori ad eccezione di chi ha ottenuto qualche giorno di vacanza in più a causa dei recenti impegni con le nazionali. I tifosi dovranno pazientare un altro po per vedere all’opera Andrè Silva, il portoghese godrà di qualche giorno di vacanze in più visto che ha da poco terminato la Confederation Cup con il suo Portogallo. Tutti gli altri nuovi acquisti erano invece presenti già quest’oggi a Milanello. Un altro grande assente era il portiere Gigio Donnarumma che si trova in vacanza ad Ibiza e si unirà ai suoi compagni giorno 11.

Il Milan accolto da una marea di tifosi, una novità che non si vedeva da anni

Giocatori e società stamattina hanno avuto una piacevole sorpresa. Ad attendere davanti ai cancelli di Milanello si sono presentati infatti quasi 5 mila tifosi che hanno voluto dimostrare tutto il loro sostegno alla squadra in vista della prossima stagione. Una cosa simile a Milanello non si vedeva da tanti anni ormai e gli ultimi raduni erano stati caratterizzati di mugugni e contestazioni. Con l’arrivo della nuova proprietà cinese qualcosa è cambiato. Il Milan è tornato a essere protagonista sul mercato e i tifosi si sono riavvicinati alla squadra. Montella e i suoi ragazzi adesso dovranno dimostrare sul campo di meritare tutto l’affetto dimostrato oggi dai supporters rossoneri.

Montella fissa gli obiettivi del nuovo Milan

Subito dopo l’ora di pranzo Montella, Fassone e Mirabelli si sono presentati in sala stampa per rispondere alle domande dei molti giornalisti presenti. Vincenzo Montella ha voluto subito fissare gli obiettivi, ponendo la qualificazione alla prossima Champions League come elemento imprescindibile. Nel dettaglio queste sono state le parole dell’allenatore del Milan: “Sono arrivati tanti calciatori di campionati diversi. E la Serie A è il torneo più difficile tatticamente. Mi aspetta tanto lavoro. L’obiettivo è arrivare prima possibile in Champions League…..La competitività è molto alta tra Lazio, Atalanta, Roma, Napoli e Inter. La squadra deve conservare lo spirito della scorsa stagione”.

post

Milan-Donnarumma arriva il lieto fine, raggiunto l’accordo per il rinnovo

La notizia che tutti i tifosi milanisti aspettavano è finalmente arrivata. C’è voluta quasi la mezzanotte di lunedì 3 luglio, ma alla fine il tanto atteso lieto fine sembra esserci stato. A quanto pare, infatti, Donnarumma avrebbe finalmente raggiunto un accordo per il rinnovo del suo contratto con il Milan. Ancora manca l’ufficialità ma tutte le principali agenzie di stampa sono concordi nel dire che il Milan e Donnarumma avrebbero trovato un intesa per il rinnovo del contratto in scadenza il prossimo giugno. Alla fine Mino Raiola da una parte e Fassone e Mirabelli dall’altra, si sono reciprocamente venuti incontro e così è stato possibile arrivare ad un accordo.

Rinnovo si-rinnovo no, alla fine vince la volontà del giocatore

La telenovela legata al rinnovo del giovanissimo portiere del milan e della nazionale è iniziata subito dopo la fine dello scorso campionato. Mirabelli e Fassone avevano presentato infatti un’offerta che sfiorava i 4,5 milioni di euro a Donnarumma. Questa prima offerta era però stata rifiutata dal portiere che dopo essersi a lungo consultato con il proprio procuratore Mino Raiola aveva deciso di declinare la proposta. Questo gran rifiuto aveva scatenato il disappunto sia della dirigenza che di tutti i tifosi. Un disappunto che aveva seguito Gigio fino in Polonia. Nel corso dell’Europeo under 21, infatti, il portiere degli azzurrini è stato più volte contestato, subendo anche il lancio di banconote false in occasione della partita d’esordio dell’Italia. Da quel momento però è iniziato a filtrare un certo ottimismo circa un possibile ripensamento da parte di Donnarumma.

Un rinnovo a cifre da capogiro ma che alla fine accontenta tutti

Questo ottimismo è via via cresciuto fino ad oggi che è diventato praticamente una certezza. Che le cose potessero andare in questa direzione lo si era capito già dopo che Montella aveva fatto visita alla famiglia del numero 1 rossonero. In quell’occasione i genitori di Donnarumma avevano capito quanto il Milan volesse puntare sul loro figlio, e finita la spedizione azzurra in Polonia i coniugi Donnarumma devono averlo spiegato anche allo stesso Gigio. A convincere Gigio però non sono stati solo i consigli della famiglia, ma anche il rilancio in termini economici da parte del Milan. L’accordo raggiunto questa sera, infatti, prevede un ingaggio da 6 milioni di euro per le prossime 5 stagioni. Il Milan ha accontentato anche Mino Raiola inserendo nel contratto due clausole rescissorie. La prima da 50 milioni in caso di mancata qualificazione Champions, e la seconda da 100 milioni in caso di obiettivo Champions centrato.

post

Milan è il giorno di Calhanoglu, visite e firma per lui oggi

Il Milan sta per annunciare il suo sesto acquisto di questa sessione di calciomercato. La nuova proprietà cinese del Milan è partita subito a spron battuto per rinforzare la rosa milanista e oggi perfezionerà l’ennesimo acquisto di questo mese di giugno. E’ attesa nelle prossime ore la firma sul contratto da parte di Hakan Calhanoglu. Il jolly offensivo del Bayer Leverkusen è arrivato a Milano già nella giornata di ieri. Da stamattina presto sta sostenendo le visite mediche alla casa di cura La Madonnina di Milano. Al termine delle visite il giocatore si trasferirà a casa Milan e quì apporrà la firma sul contratto che lo legherà ai rossoneri per le prossime 4 stagioni. Il turco guadagnerà circa 2,5 milioni di euro a stagione mentre il Bayer Leverkusen incasserà una cifra che sfiorerà i 25 milioni di euro complessivi tra parte fissa (20 milioni) e bonus (4-5 milioni).

Calhanoglu: il jolly offensivo specialista dei calci piazzati

Con l’acquisto di Calhanoglu il Milan alza notevolmente il tasso tecnico della sua rosa. Il turco, appena 23enne, si è formato calcisticamente in Germania dove ha giocato con le maglie del Karlsruhe, dell’Amburgo e appunto del Bayer Leverkusen. In questa stagione è reduce da una lunga squalifica che lo ha tenuto fermo da febbraio in poi. La FIFA lo ha infatti bloccato per delle vicissitudini legate alla presunta firma di un doppio contratto quando era ancora 18enne. Nonostante questo stop però Calhanoglu resta un giocatore dal talento cristallino e dal futuro assicurato. Il turco può ricoprire diversi ruoli del centrocampo e finora ha giocato sia da mezz’ala che come trequartista assicurando sempre un altissimo rendimento. La sua specialità sono i calci di punizione e negli ultimi 3 anni solo messi e Pjanic hanno fatto meglio di lui in questa speciale classifica.

Milan scatenato: dopo Calhanoglu sarà la volta di Andrea Conti

Il Milan ora che ha perfezionato il suo sesto acquisto non ha nessuna intenzione di fermarsi. Questo inizio di settimana sarà infatti decisivo per il trasferimento di Andrea Conti in rossonero. Mirabelli e Fassone dopo un’estenuante trattativa hanno finalmente raggiunto un accordo con l’Atalanta. L’accordo con il giocatore era cosa fatta già da tempo invece. Nelle prossime ore quindi anche Conti dovrebbe diventare un nuovo terzino del Milan. I rossoneri si assicureranno così un giovane di prospettiva che nel corso dell’ultima stagione ha trascinato l’Atalanta fino all’Europa League a suon di gol e assist. Vincenzo Montella avrà a disposizione nella prossima stagione una rosa estremamente competitiva e anche sufficientemente profonda per affrontare il doppio impegno rappresentato da campionato ed Europa League.

post

Donnarumma-Milan: lunedì ci sarà il vertice decisivo per il rinnovo

La vicenda più seguita di questo inizio di calciomercato si appresta a vivere un altro momento chiave. Lunedì è, infatti, in programma un incontro a casa Milan tra i dirigenti rossoneri, Gigio Donnarumma e Mino Raiola. Con questo incontro si metterà probabilmente la parola fine al tormentone legato al rinnovo del portiere classe 1999. Resta ancora da capire se sarà un lieto fine, come tutti i tifosi rossoneri si augurano, oppure verrà confermata la volontà da parte del giocatore di non rinnovare. Di sicuro le parti si sono molto riavvicinate rispetto a quando Raiola aveva comunicato a Fassone e Mirabelli che Gigio non avrebbe rinnovato.

Donnarumma: un weekend in famiglia per prendere la decisione migliore

Al momento Donnarumma si trova nella sua casa a Zona Fontanelle, al confine tra Pompei e Castellammare di Stabia. Una volta finita l’esperienza agli Europei under 21 il portiere ha voluto fare subito ritorno a casa. Donnarumma sa che questi sono giorni fondamentali per il suo futuro e in questi giorni sta discutendo con la sua famiglia sul da farsi. Il portiere del Milan si sta confrontando soprattutto con il padre che nei giorni scorsi aveva avuto un incontro con l’allenatore rossonero Vincenzo Montella. Per il momento dopo essere rientrato dalla Polonia non ha incontrato né Mino Raiola e né il cugino Enzo. Lunedì Gigio volerà a milano dove avrà luogo il vertice con la dirigenza rossonera e Mino Raiola.

Prima il rinnovo, poi la maturità

Se dopo la fine dell’Europeo under 21 Gigio pensava di avere qualche giorno di relax si sbagliava. I prossimi giorni, infatti, saranno per lui ricchi di impegni difficili. Prima dovrà sciogliere una volta per tutte i dubbi legati al suo rinnovo e subito dopo dovrà affrontare gli esami di maturità. Sarà dunque un inizio luglio di fuoco per Donnarumma, chiamato nei prossimi giorni a decidere cosa fare del suo futuro. Non resta che aspettare lunedì per scoprire se continuerà a difendere i pali del Milan oppure no. Di sicuro le ripetute contestazioni in Polonia e i sabotaggi sui social lo hanno molto toccato, e il portiere adesso sa bene che non rinnovare con il Milan potrebbe metterlo in una situazione molto scomoda.

post

Juventus: dispetto al Milan, Paratici ha un ex milan nel mirino

Clamorosa indiscrezione di mercato che arriva direttamente dall’Inghilterra. A quanto pare la dirigenza bianconera ha messo nel mirino un ex milan per rinforzare il proprio organico in vista della prossima stagione. Secondo quanto riportato dal Daily Mail la Juventus starebbe pensando all’ex Milan Gerard Deulofeu. L’esterno spagnolo, classe 1994, l’anno scorso ha giocato la seconda parte di stagione con la maglia del Milan. Il suo impatto con il calcio italiano è stato subito positivo e per questo Deulofeu ha impressionato un po tutti gli addetti ai lavori. I dirigenti bianconeri hanno continuato a tenere d’occhio il ragazzo anche agli Europei under 21 in corso di svolgimento in Polonia. In nazionale l’esterno spagnolo ha confermato le sue straordinarie doti e adesso la Juventus sembra voler tentare il colpo in entrata.

Paratici stravede per l’ex milan

Deulofeu, come detto, ha giocato la seconda parte della scorsa stagione con la maglia del Milan. Lo spagnolo è infatti arrivato nel mercato invernale in prestito dall’ Everton. Con la maglia dei rossoneri Deulofeu ha totalizzato 17 presenze condite da 4 gol e 3 assist. Proprio lo spagnolo alla fine ha ridato nuova linfa al reparto avanzato di Vincenzo Montella e per questo il Milan avrebbe voluto trattenere il ragazzo. A fine prestito però, Deulofeu è prima tornato all’ Everton e poi è stato riscattato dal Barcellona che ha esercitato il diritto di recompra a 12 milioni di euro. Con i blaugrana Deulofeu però troverebbe poco spazio visto che il barca davanti ha già Messi, Suarez e Neymar. L’esterno però vuole avere la possibilità di giocare e allora ecco che il Barcellona è pronto a cederlo nuovamente. La Juventus ha fiutato l’affare e adesso è pronta a mettere le mani sul gioiellino dell’under 21 spagnola.

L’ex milan potrebbe essere un’alternativa a Douglas Costa

L’inserimento della Juventus sull’esterno spagnolo è dettato anche dalle difficoltà incontrate dai bianconeri per arrivare a Douglas Costa. Il Bayern Monaco, infatti, continua a chiedere 50 milioni e Marotta e Paratici non sembrano intenzionati a offrire così tanto. Douglas Costa dal canto suo ha già un accordo con la Juventus ma sa che fin quando i due club non trovano un accordo dovrà rimandare il suo approdo a Torino. Di sicuro la Juventus non aspetterà il Bayern in eterno e il forte inserimento su Deulofeu è un chiaro segno che i dirigenti si stanno già guardando intorno alla ricerca di alternative. In molti vedono in questo inserimento sullo spagnolo anche la voglia di fare un piccolo dispetto ai rossoneri che continuano a ostacolare il passaggio di De Sciglio alla Juve chiedendo non meno di 15 milioni per il suo cartellino.

post

Milan: preso Borini, bruciata la concorrenza della Lazio

Il Milan ha chiuso un altro colpo in entrata. E’ fatta, infatti, per l’arrivo di Fabio Borini dal Sunderland. L’attaccante italiano torna dunque in serie A, dove in passato aveva già fatto molto bene con le maglie di Parma e Roma. Il Milan ha preso Borini bruciando la concorrenza della Lazio. La squadra del presidente Lotito sembrava il club più interessato al giocatore e le parti nei giorni scorsi erano sembrate molto vicine. Poi però è arrivato questo blitz dei rossoneri che hanno chiuso subito l’affare. Borini già domani sosterrà le visite mediche di rito e dopo diventerà ufficialmente un nuovo attaccante del Milan. Borini torna in italia dopo le esperienze nella premier league con le maglie del Liverpool e appunto del Sunderland. Nel campionato inglese l’italiano non ha mai trovato la continuità necessaria per mettersi in mostra e nelle ultime due stagioni al Sunderland ha messo a segno solo 7 reti.

Preso Borini ora è il momento di qualche cessione in attacco

Dopo aver preso Borini, ora il Milan dovrà concentrarsi sulle uscite. Il reparto avanzato, infatti, adesso può contare su Bacca, Lapadula, Niang, André Silva e appunto Borini. Se si considera che i dirigenti rossoneri stanno anche provando a chiudere per Kalinic è evidente che qualcuno dovrà andar via. Lapadula ha tante richieste da squadre di media/bassa classifica ma non sembra convintissimo di lasciare Milano. I dirigenti rossoneri si libererebbero volentieri del pesante ingaggio di Bacca e stanno cercando acquirenti, finora però nessuno si è fatto vivo dalle parti di Milanello. Niang è anche lui in uscita, ha già rifiutato un paio di club inglesi perchè vuole l’arsenal ma al momento la trattativa tra i Gunners e il Milan è ferma.

Borini torna in Italia sperando di ripetere l’exploit con la maglia della Roma.

Borini con l’arrivo al Milan spera di poter invertire la rotta rispetto alle ultime 2 stagioni per provare a rilanciarsi nel calcio che conta. L’attaccante italiano ha ancora solo 26 anni ma in italia ha già fatto vedere che può esprimersi ad alti livelli. La migliore stagione della sua carriera è stata senza dubbio quella disputata con la maglia della Roma nella stagione 2011-2012. Quell’anno con la maglia dei giallorossi Borini mise a segno ben 10 reti, risultando uno dei migliori giocatori del club capitolino. Il Milan per strapparlo al Sunderland sborserà 6 milioni di euro quindi ha dimostrato che crede nelle qualità del ragazzo. Vedremo se sotto la guida di Vincenzo Montella saprà tornare ai livelli di Roma.

post

Raiola racconta la sua verità: ecco la verità su Donnarumma

Mino Raiola ha rilasciato un intervista dal principato di Monaco in cui ha raccontato tutta la sua verità. Il super procuratore salito alla ribalta mediatica per mancato rinnovo di Donnarumma ha parlato senza peli sulla lingua. Raiola ha ovviamente difeso a spada tratta il suo assistito Gigio Donnarumma e ha sottolineato come se si è arrivati a questo punto la colpa non è solo del giovane portiere. Raiola ha parlato davanti a pochissimi giornalisti (solo 5 testate ammesse alla sua conferenza). Il procuratore ha accusato il Milan di aver creato inutilmente un caso mediatico. Ecco nel dettaglio alcune delle sue dichiarazioni

Raiola: “il Milan ha creato un ambiente ostile e violento”

Raiola ha raccontato di non aver digerito il comportamento sbagliato della dirigenza milanista che ha creato a suo dire un ambiente ostile intorno a Donnarumma. L’altra cosa che Raiola ha voluto ribadire è che il mancato rinnovo non è stata una questione economica e anzi il procuratore ha dichiarato che il lato economico non rappresentava assolutamente un problema. Il super procuratore ha negato anche la richiesta, da parte sua, di una clausola rescissoria da inserire nel nuovo contratto di Gigio Donnarumma.

Donnarumma contestato in Polonia

Intanto le polemiche sul suo mancato rinnovo hanno raggiunto Donnarumma anche in Polonia. Il portiere sta disputando gli europei under 21 con la nazionale italiana. In occasione dell’esordio azzurro contro la Danimarca il portiere è stato a lungo contestato. Inizialmente con una serie di striscioni, poi addirittura con il lancio di false banconote verso la sua porta. A un certo punto del match il direttore di gara è stato addirittura costretto a interrompere il gioco per pochi secondi. Questo ha permesso ad alcuni addetti ai lavori di raccogliere le false banconote e poi il gioco è ripreso normalmente. Questo gesto non deve aver fatto certo piacere ne a Donnarumma e ne al suo procuratore Mino Raiola.