post

Inter: le parole di Spalletti prima della partenza: “Tifosi tranquilli, Perisic..”

Condividi

L’Inter è partita nel primo pomeriggio da Milano per raggiungere la Cina. E dunque iniziata la tournee asiatica dei nerazzurri. L’Inter dopo aver concluso la prima parte del ritiro a Riscone di Brunico adesso continuerà la preparazione a Nanchino e sarà impegnata nella prestigiosa International Champion Cup. I nerazzurri disputeranno 4 prestigiose amichevoli in 11 giorni. Il mister Luciano Spalletti avrà modo di conoscere meglio gli uomini che ha a disposizione testandoli contro avversari del calibro di Bayern Monaco e Chelsea. Questo l’elenco dei 28 giocatori che Spalletti ha deciso di portare in Cina: “Tommaso BERNI, Samir HANDANOVIC, Daniele PADELLI, Marco PISSARDO; Cristian ANSALDI, Danilo D’AMBROSIO, Joao MIRANDA, Jeison MURILLO, Yuto NAGATOMO, Andrea RANOCCHIA, Milan SKRINIAR, Zinho VANHEUSDEN, Federico VALIETTI; Iglesias BORJA VALERO, Marcelo BROZOVI, Xian EMMERS, Roberto GAGLIARDINI, Naval Da Costa JOAO MARIO, Geoffrey KONDOGBIA, Rigoberto RIVAS; Gabriel BARBOSA, Jonathan BIABIANY, Antonio CANDREVA, Citadin Martins EDER, Mauro ICARDI, Stevan JOVETIC, Ivan PERISIC, Andrea PINAMONTI.

Spalletti prima della partenza è apparso sereno e fiducioso per il futuro dell’Inter

Alcuni giornalisti hanno intercettato il mister Luciano Spalletti in aeroporto prima della partenza. Il mister dei nerazzurri è apparso molto sereno e tranquillo e ha risposto a tutte le domande dei giornalisti. Spalletti non si è sottratto nemmeno alle domande sul calciomercato. Per quanto riguarda Ivan Perisic e il mercato in entrata queste sono state le parole del mister: “Perisic e’ convocato. Sta partendo. E’ giusto che i nostri tifosi sappiano sempre la verita’: e’ tutto regolare, non ho interesse a raccontare bugie. Mercato? Abbiamo il desiderio di piacere, stiano tranquilli i tifosi perché si faranno le cose seriamente. Spesso si cercano scorciatoie ma avevamo l’obbligo della Uefa di rispettare il fair play. La societa’ e’ stata brava, la proprietà disponibile. Ora facciamo le cose con i tempi giusti, non si va allo sbaraglio a cercare di fare confusione, i direttori stanno lavorando in maniera corretta. Bisogna mirare le nostre situazioni e se ci riusciamo portarle a casa”.

Spalletti avrebbe preferito continuare il lavoro a Brunico

L’allenatore dell’Inter ha detto la sua anche sulla tournee che attenderà l’Inter. Il mister ha fatto capire che avrebbe preferito continuare a lavorare sulla tenuta atletica e fisica dei suoi giocatori. Spalletti ha però sottolineato che questo torneo è fondamentale per la visibilità del club e pertanto la società non poteva sottrarsi da questo impegno. Il mister confida di trovare a Nanchino una seconda roccaforte nerazzurra come quella a Milano visto che il patron dell’inter Zhang Jindong è proprio di Nanchino.


Condividi

Lascia un commento